Domenica Maggio 26 , 2019
Text Size
   

ERASMUS+KA229 ” Découvrir le patrimoine culturel et naturel à travers les 5 sens “

portogallo

Prima mobilità degli studenti a Vila Nova de Famalicao,Portogallo

Dal 21 al 26 gennaio 2019,presso l’istituto D.Sancho I ,situato a Vila Nova de Famalicao ,Portogallo, si è svolta la prima mobilità del Progetto Erasmus+” Découvrir le patrimoine culturel et naturel à travers les 5 sens “.

 All’incontro hanno partecipato il Dirigente Scolastico Giovanni De Pasquale, la prof.ssa Carmelina Leocata coordinatrice del progetto,  la prof.ssa Ambra Iaccarino  e studenti delle classi terze e quarte,selezionati per il loro impegno e partecipazione attiva alla vita scolastica.

Alla mobilità hanno preso parte,altresì, studenti e docenti degli istituti partner del progetto : Ogec DepoorterHazebrouck France;  Liceul Voltaire Craiova Roumanie;   SOU Dimcho Debelyanov,Belene Bulgarie.

La partenza è avvenuta domenica 20 gennaio dall’aeroporto di Capodichino, Napoli, verso Vila Nova de Famalicao,una cittadina situata a circa 40 chilometri da Porto,seconda città più importante del Portogallo.

Gli studenti sono stati ospitati dalle famiglie degli alunni della scuola portoghese e le giornate sono state organizzate secondo un programma prestabilito, alternando momenti di attività e riflessioni sul patrimonio culturale locale e visite guidate .

Gli studenti hanno avuto la possibilità di confrontarsi  con i coetanei delle diverse nazionalità in un contesto multiculturale e lavorare sul patrimonio culturale e naturale attraverso i cinque sensi.

Tra le attività svolte : presentazione delle città di provenienza e della scuola di appartenenza,lezioni nelle classi dell’istituto di accoglienza, giochi e ricerche sul patrimonio culturale ,attività sportive ,danza, preparazione di piatti tipici e visite dei luoghi più significativi nelle città di Vila Nova de Famalicao, Porto,Braga,Guimaraes.

Durante questa settimana, i nostri studenti hanno sperimentato l’autonomia, hanno comunicato in diverse lingue, hanno scoperto nuovi sapori a tavola e abitudini scolastiche diverse dalle proprie. Per la prima volta hanno preso l’aereo e visitato città all’estero, hanno vissuto un modo nuovo, attivo ed entusiasmante di apprendere ed imparare a crescere.